fbpx

Il granello di sabbia nell’ingranaggio

da | Settembre 19, 2018

Anagrafica:

Naviga i contenuti:

Recensione

Dopo avervi parlato di “Come biglia in equilibrio precario”, ho voluto conoscere meglio Riccardo Simoncini, l’autore, con il suo romanzo “Il granello di sabbia nell’ingranaggio”, edito Edizioni Convalle.

Un romanzo vero e proprio

Condizionata dal primo libro che avevo letto, che era una raccolta di racconti, mi sono approcciata a questo romanzo aspettandomi anche qui di incontrare diverse storie. Sebbene all’inizio può sembrare proprio che ogni personaggio sia a sé stante e che la macro storia sia composta da tante sotto storie singole, in realtà, non appena ti addentri nella lettura capisci che tutti i personaggi sono, per diverse ragioni, legati tra loro.

Il filo conduttore che fa incontrare e scontrare i vari personaggi è, senza dubbio, il protagonista – Jacopo – che è autore di scelte e decisioni che spesso riguardano anche gli altri, i quali si trovano a subire le azioni del protagonista.

I personaggi di Simoncini

L’autore ha curato nei minimi dettagli i suoi personaggi, descrivendoli in modo così preciso e attento da permettere al lettore di conoscere meglio ognuno di loro, soprattutto dal punto di vista del carattere. Anche nell’altro libro, “Come biglia in equilibrio precario”, Simoncini ha dato prova di una capacità particolare nel descrivere i suoi personaggi. La cura che impiega nel plasmarli rende, al lettore, ogni personaggio identificabile con qualche conoscenza della vita reale; o almeno per me è stato così.

Ho fatto leggere questo libro ad una mia amica ed insieme abbiamo riflettuto su uno dei temi affrontati da Simoncini: le relazioni e gli amori malati che vedono sia uomini che donne colpevoli. Gli uomini perché in grado di usare senza ritegno le donne per ammortizzare o superare problemi personali; le donne perché ignorano in modo consapevole la mancanza di amore in una relazione, accontentandosi parole e gesti meccanici travestiti da affetto e amore.

Una frase, tra tutte, che ho sottolineato nel romanzo è la seguente:


Sa essere dolce la solitudine, quando pace e tranquillità si distendono al tuo fianco
e restano le uniche a tenerti compagnia,
ma in quei momenti non si ha più nessuno a cui dover mentire
e anche le verità vengono a bussare impietose al tuo uscio,
ricordandoti chi sei”.


Il granello di sabbia nell’ingranaggio” di Riccardo Simoncini è sicuramente un libro che vi consiglio di leggere.


(Clicca l’immagine per iscrivierti)

Mi chiamo Virginia...

Nata a Desio, in provincia di Monza, 25 anni, 153 cm e mezzo (!!!).

Blogger per passione prima e per lavoro poi, credo fermamente nella bibliodiversità e nelle realtà editoriali indipendenti, che spesso nascondono perle di cui pochi sono a conoscenza.

Leggo circa 12 libri al mese, e li recensisco sul mio Blog LeggIndipendente.

Se vuoi farmi sapere cosa ne pensi, consigliarmi un libro, o anche solo fare due chiacchiere, puoi scrivermi a virginia@leggindipendente.com

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *