Un mese fa, circa, sono stata contattata da un autore emergente il quale mi ha presentato il suo romanzo d’esordio. Dopo aver letto la sinossi ero molto incuriosita dalla storia e volevo leggere il libro al più presto.

L’autore di cui parlo è Andrea Gazzaniga e il romanzo è “Il respiro di Marte”.

La prima cosa che ho pensato dopo aver finito di leggere questo romanzo è stata: “WOW!”. All’interno de “Il respiro di Marte” si trova tutto: fantascienza, politica, teorie ed invenzioni scientifiche

Mi piace pensare, e credo che in un certo senso era proprio l’intento dell’autore, considerare questo romanzo una metafora pienamente riuscita di ciò che accade a noi, qui sulla Terra, e di come tentiamo di reagire a determinate situazioni imposte dall’alto.

Di cosa parla “Il respiro di Marte”?

Il romanzo di Andrea Gazzaniga racconta una storia ambientata in un futuro prossimo, non molto lontano da noi. Non si tratta di fantascienza pura; se vi aspettate personaggi alieni, navicelle spaziali e viaggi incredibili nel tempo e nello spazio, siete fuori strada. Lo dico perché io per prima pensavo di trovare qualche elemento alieno nella storia.

No, la trama è ben più consistente e basata sulla realtà, per come la conosciamo noi oggi. Il protagonista del romanzo è un imprenditore molto creativo e determinato. Anche il tono iniziale del romanzo assume un tono tipicamente imprenditoriale:


Quando è impossibile fare una cosa in un certo modo, bisogna semplicemente
trovarne un altro”.


L’imprenditore ha un’idea abbastanza discutibile, di certo strana, per risolvere il problema dei gas serra presenti sulla Terra. A dirsi sembra impossibile risolvere del tutto e in breve tempo un problema così grande. Ecco che la voce imprenditoriale dell’uomo gli consiglia di trovare un altro modo per giungere ad una soluzione definitiva: spostare i gas serra, responsabili di danni ambientali e alla persona, dalla Terra a Marte.

Assurdo secondo voi? Riflettete, perché qui inizia la vera metafora con il tipo di società nella quale viviamo.

La metafora con l’attualità

La storia prosegue con la colonizzazione del Pianeta Rosso (a maggio di questo anno è partita la prima sonda con destinazione Marte, e i lavori per inviare su questo pianeta anche uomini è già in corso da tempo. Gli studiosi sostengono che la colonizzazione di Marte sia un passaggio inevitabile nello sviluppo futuro dell’umanità attorno a Marte si è concentrata l’attenzione delle principali agenzie spaziali terrestri, nel tentativo di sviluppare un piano organico per l’installazione di possibili colonie umane sul pianeta. Si tratta del pianeta raggiungibile dalla Terra con il minor impiego di energia, sebbene con le tecnologie attuali un eventuale viaggio richiederebbe comunque almeno sei mesi.)

Andando avanti con la storia si fa la conoscenza di un altro personaggio molto importante: una donna nata su Marte che ha come obiettivo quello di difendere a tutti i costi le colonie.

Andrea Gazzaniga trova spazio anche per la narrazione del territorio Marziano, in particolar modo al deserto, e questo fa immedesimare, in qualche modo, il lettore nella storia.

Quando dico che ci sono chiari riferimenti con l’attualità è perché nel romanzo si parla anche di progresso, in campo scientifico e umano, di pregiudizi nati dalla non conoscenza, e di politica certamente. Tutto questo non può non essere letto come metafora, non troppo velata, del nostro presente. Il lettore attento se ne accorgerà e apprezzerà molto l’intento (secondo me riuscito) dell’autore.

Potrei dilungarmi oltre e raccontarvi di più di questo libro, ma questa è una recensione e non voglio spoilerare nulla, anche perché la lettura del libro è piacevole. Si capisce che alla base del romanzo vi è un attento studio da parte di Andrea Gazzaniga, il quale con ammirabile impegno si è dedicato ad una ricerca storica, scientifica e politica encomiabile regalandoci una storia avvincente e interessante.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di LeggIndipendente per ricevere ogni sabato la Rassegna Editoriale.

Cosa riceverai? Recensioni di Libri, Condigli di Lettura e Ultine News dal mondo dell'Editoria.

COMPLIMENTI! Ti sei iscritto alla Newsletter di LeggIndipendente! Il prossimo Sabato riceverai la prima Rassegna Editoriale!